Dieci minuti al giorno per cambiare prospettiva

Set 25, 2017 | Crescita personale

LA LISTA DELLE PAURE

Circa tre estati fa, in un momento della mia vita in cui mi stavo reiventando per tentativi ed errori e mi sentivo un po’ persa, a un certo punto dal nulla mi è venuta un’idea: fare una lista di tutte le mie paure, e provare ad affrontarle una ad una.

Non so da dove mi sia uscita questa idea; ma ho finito per passare tutta l’estate cercando di portare a termine l’impresa, che dopo i primi timidi tentativi aveva iniziato a darmi un senso di eccitazione assurdo!

Tra le varie voci di questa lista, c’era una cosa che ti potrà sembrare un pò bizzarra come sfida, ma a me faceva sudare freddo: il desiderio e la paura di realizzare qualcosa di artistico con le mani, di creare un “manufatto”.

Infatti, fin da quando ero bambina, mi è stata inculcata la convinzione che io non fossi capace a fare le cose manuali e che fossi seriamente invalida in quell’ambito.

È vero che sin da piccola ho sviluppato più l’intelletto che la manualità, ma in realtà, non c’è mai stata nessuna prova concreta che dimostrasse la mia totale incapacità con il lavoro manuale: anzi.

Era semplicemente uno di quei  pregiudizi che si creano in famiglia e che ti rimangono appiccicati addosso come un’etichetta!

Dal momento che vivevo fuori casa da molto tempo ormai, sapevo fosse solo un pregiudizio, ma al tempo stesso mi era rimasta la paura di mettermi in gioco.

Detto, fatto!

Era l’estate giusta per provarci e vedere che succedeva! Cavalcando l’onda dell’entusiasmo, ho chiesto alla mia amica Franca, che organizzava dei corsi di ceramica, di iscrivermi a una giornata “full immersion”.

Mentre il fatidico giorno si avvicinava, però,  avevo iniziato a pensare che stavolta avevo toppato.

Una giornata intera a fare una cosa che non so con gente che non conosco! Ottimo.

Cosa pensi di ottenere?
Non sarà il caso di lasciare perdere?

E poi “Ho mal di testa!! Ho mal di pancia! Che cavolo mi è venuto in mente”.
E così via, sintonizzata su Radio Ansia tutto il tempo.

Arrivò il giorno tanto temuto.
E con mia incredibile sorpresa, il mondo non crollò e io non distrussi nulla con le mie mani, ma anzi, feci una bellissima tazza di argilla, perfettamente intatta e l’insegnante mi fece i complimenti e mi incoraggiò a continuare: “Ma è la prima volta che lo fai?”.

Non ci potevo credere!

Io, che per quasi 40 anni ero stata troppo inibita anche solo per pensare di mettere mano al didò, potevo essere addirittura PORTATA per fare questa cosa?

 

TI POTREBBERO INTERESSARE

Dopo che per una vita tutti, tutti tutti mi avevano detto “Non toccare niente!” ?
Poteva mai essere?

Beh, si! ? Ho fatto altre ceramiche dopo di quella e ho una mezza idea di mettermici piuttosto seriamente ?

Perché ti racconto questa storia?

Perchè grazie a quell’estate ho imparato che dove c’è la paura, c’è un tesoro!

IL POTERE DELLA TUA ZONA DI DISCOMFORT

Durante l’estate, con il mio Book Club “Una stanza tutta per te”; abbiamo letto “Per dieci minuti” di Chiara Gamberale.

Il libro racconta la storia di una donna che è in una dolorosa fase di transizione: sta affrontando una separazione importantissima; e non sa più chi è.

La sua terapeuta, a un certo punto, le prescrive un “esercizio”: per un mese, fare tutti i giorni qualcosa di nuovo, che non si è mai sperimentato prima nella propria vita per 10 minuti.

Attraverso questa pratica, la protagonista vede il suo punto di vista sulle cose cambiare e scopre nuove parti di sé.

Questo libro fantastico rispecchia esattamente la mia esperienza di quella estate, anche se non avevo ancora letto il libro: mettersi scientificamente al di fuori della propria di zona di comfort.

Quello che ho scoperto sulla mia pelle, e che è raccontato perfettamente nel libro, è che a volte mettiamo alla nostra vita dei limiti sulla base di “comodi” pregiudizi senza fondamento; questi pregiudizi diventano le nostre abitudini e identità.

La scomodità di andarti a cercare abitudini alternative, è in realtà fonte di scoperte incredibili su noi stesse, e cambiamenti epocali.

Per questo ho proposto il libro alle ragazze del Book Club!

Quando si è in una fase di cambiamento è importante imparare a esplorare con occhi nuovi le cose, perché guardandole sempre nello stesso modo non troverai risposte.

E questo vale a maggior ragione quando fai un business!

E così, durante la lettura del libro, questa estate, ci siamo cimentate anche noi nel “gioco dei 10 minuti”.

Abbiamo cercato di focalizzarci su un’area di miglioramento.

Io come ti ho raccontato più volte, ho scelto di imparare a andare in bicicletta!!

Ma com’è andato l’esperimento per le altre ragazze?

 

BOOK CLUB: IL NOSTRO “GIOCO DEI DIECI MINUTI”

Serena: “Mi sto divertendo un sacco!

Il mio focus è il seguente: sfidare i miei limiti interni ed esterni (vergogne, paure) & smantellare credenze e pregiudizi, senza dimenticare di divertirmi.

Alcune attività le ho programmate, altre improvvisate.

Non tutte sono riuscite fino in fondo (vedi alla voce pulizia del pesce!) e non sempre ho cambiato idea (vedi la mia opinione nei confronti di 50 sfumature di grigio, guardato per la prima volta ieri…Per carità!), ma ho capito che l’importante è provarci.

In generale è un gioco che mi sta aiutando a opporre meno resistenza, ad aprire di più la mente; mi è servito per rendermi conto che la frase “tanto non ce la faccio, tanto non mi riesce” il 95% delle volte è falsa. Mettersi in gioco non è facile ma io l’ho sempre trovato un ottimo meccanismo per non farsi imprigionare dalla comfort zone”.

Federica: La difficoltà maggiore è stata essere costante e trovare idee, però ho scelto di non farmi venire l’ansia e vivere serenamente l’ispirazione che poteva arrivare o anche no.

Sperimentare, una volta superate le resistenze iniziali, mi ha fatto sentire più leggera e più libera. Il mio obiettivo è stato: superare la mia paura di non avere l’approvazione degli altri.

Ho preso coraggio e ho affrontato alcuni compiti rispetto ai quali mi sentivo bloccata probabilmente solo per paura di fallire o “fare male”.

Mi sono lasciata andare nei rapporti con gli altri dicendo e facendo ciò che ritengo giusto senza preoccuparmi del loro giudizio (ovviamente con rispetto ed educazione).

Il cambiamento più importante però l’ho raggiunto lavorando sulla mia paura di non piacere fisicamente, ora che il mio corpo è cambiato molto dopo la gravidanza e a distanza di due anni non accenna a tornare come prima.

Ho avuto ad esempio il coraggio di essere orgogliosa di me stessa anche in costume da bagno (credo che molte donne possano capirmi), ma soprattutto sto accettando di essere cambiata.

Anche la necessità di fare spazio, aria, luce in casa tenendo solo l’essenziale rientra in questo percorso: le nostre due case, il corpo e l’abitazione, che cambiamo per accogliere il nostro nuovo io.  Perché cambiare significa anche vedere con nuovi occhi ciò che prima non ci piaceva o ci metteva in difficoltà, no?”

 

E I TUOI DIECI MINUTI DI SPERIMENTAZIONE?

Sono davvero felice che la lettura di questo mese abbia stimolato così tanti cambiamenti di prospettiva!

Se non hai ancora letto “Per dieci minuti” ti consiglio di farlo, e di non limitarti a leggerlo ma di sperimentare in prima persona il potere dei dieci minuti come hanno fatto Serena e Federica (magari è un po’ meno impegnativo come inizio che affrontare un’intera lista comprensiva di tutte le tue paure :P).

Se lo fai, (o se hai già letto il libro per conto tuo), sarei davvero curiosa di sapere dove ti hanno portata le “gite” fuori dalle tue comfort zone, e quale tesoro ti hanno portata a scoprire.

Io , nel frattempo, mi ritiro nel mio angoletto a fare ceramiche…. (e chi mi ferma più?) .

Ti suggerisco di leggere il libro e di raccontarmi nei commenti qui sotto come è andata!

 

CHI SONO


Ciao, sono Alessia!
Il mio lavoro è aiutarti a costruire
un percorso professionale di successo, ritagliato sui tuoi talenti e che rispecchi la tua essenza più profonda.

VUOI DIVENTARE UNA WOMANBOSS© ?

Sviluppo imprenditoriale e
crescita personale. Intelligenza finanziaria e leadership al femminile. Brand definition, marketing, posizionamento e business plan.

L’Edizione 2018 della Womanboss Academy© si è già chiusa. La prossima edizione partirà a Settembre 2019

VUOI COLLABORARE CON ME?

Sei un’azienda e vuoi collaborare con me ma prima desideri avere maggiori informazioni?.

SCOPRI IL MIO MANIFESTO

DIVENTA WOMANBOSS© AMBASSADOR

Leggi qui tutte le informazioni per diventare promotrice del progetto

EVENTI

Scopri quale opzione del Club Womanboss fa al caso tuo. 
Scarica la brochure

Grazie! La tua brochure arriverà via mail. Ci può volere fino a 24 ore prima che arrivi, quindi non preoccuparti, se non trovi la mail in posta in arrivo controlla nelle cartelle spam o promozioni.Ps. Se passa troppo tempo scrivi a: supporto@alessiadepiro.it

L’Edizione 2018 della Womanboss Academy© si è già chiusa. La prossima edizione partirà a Settembre 2019. Iscriviti per sapere quando partirà la prossima edizione. Riceverai uno sconto del 10%.

Grazie! A breve arriverà una mail che ti conferma l’accesso alla priority list per la prossima edizione della Womanboss Academy. Ci può volere fino a 24 ore prima che arrivi, quindi non preoccuparti, se non trovi la mail in posta in arrivo controlla nelle cartelle spam o promozioni. Ps. Se passa troppo tempo scrivi a: supporto@alessiadepiro.it Un abbraccio, Alessia

Hey, piacere Alessia

Benvenuta sul mio sito web!
Vuoi dedicarti alla tua crescita come donna e come imprenditrice?
Ho creato il Club Womanboss© dove lavori con me ed entri a far parte di un network di donne in proprio.

Partecipando migliorerai la gestione del tempo e l’equilibrio emotivo-economico.

Ti basterà inserire il tuo nome e la tua email qui sotto e otterrai subito l'invito.

Il profilo Womanboss© Junior è gratuito

Eccoci qua, ti confermo che ti sei iscritta al Club Womanboss© Junior. Ogni lunedì riceverai nella tua casella mail, per un anno intero, i contenuti del corso Womanboss 101. Se invece senti che vuoi cambiare qualcosa nella tua vita professionale, ma la direzione non ti è ancora chiara, esplora il sito per trovare l'esperienza migliore per te.