Business e paura del fallimento: istruzioni per l’uso

Giu 23, 2017 | Crescita personale

++++BREAKING NEWS ++++ : TUTTI FALLISCONO!

In una sua splendida canzone, Niccolò Fabi dice che “costruire è sapere rinunciare alla perfezione”.
E ha ragione! Ma quante volte ti capita di accettare serenamente questa “rinuncia”?

Se si potesse vivere solo di inizi speranzosi, dice il testo.
E non affrontare mai la parte dove il nostro lavoro viene messo a dura prova e ci sono le cadute, la noia…
I fallimenti.

Perché si, cara mia, sono qui per darti questa notizia: il momento del fallimento, inesorabilmente, arriverà! Ma voglio anche dirti che non c’è assolutamente ragione di temerlo.

Sin da bambine veniamo addestrate a “evitare” il fallimento anziché accettarlo o addirittura ricercarlo.

Vale un po’ per tutti, ma per le donne di più.

A tal proposito, ti consiglio di guardare questo Ted Talk di Reshma Saujani, su come le ragazze siano scoraggiate dall’assumersi rischi fin dall’età scolare e, mentre i loro amici maschi si buttano, sperimentano, intraprendono, fanno, disfano, rifanno, e vengono premiati per questo, alle ragazze viene insegnato a evitare gli errori e a vergognarsi dei fallimenti.

Forse anche tu sei cresciuta con l’idea che se non azzecchi una cosa al primo tentativo, è finita.

Che se non è perfetto, allora non vale la pena di farlo.
Che bisogna aspettare che tutto sia a posto per iniziare.
Che se fallisci, perdi il tuo valore, o forse significa che valore non ne hai mai avuto!

Lascia che ti dica una cosa: se tutti ragionassero così, o avessero seguito questi “saggi precetti” sociali, oggi non avremmo la Apple, Facebook e Harry Potter.

Molte persone di successo, hanno fallito parecchio prima di realizzare quel che volevano, posto che sapessero cosa stavano cercando di fare,
dato che anche le idee imprenditoriali e creative, non nascono già formate e finite, ma si trasformano in continuazione.

L’esempio classico di eroina che fallisce e poi risorge dalle proprie ceneri è Oprah Winfrey, regina della TV americana, una delle donne più ricche degli USA.

Oprah, che ha rivoluzionato i media in America con il suo stile, ha alle spalle un’infanzia e adolescenza di abusi, povertà e discriminazione. Incredibilmente dotata come presentatrice, anche lei all’inizio della sua carriera fu licenziata dal suo primo lavoro importante.

Vera Wang, prima di diventare miliardaria disegnando vestiti da sposa, era stata pattinatrice sul ghiaccio – fallì nel diventare abbastanza brava da partecipare alle Olimpiadi – e poi editrice per Vogue per ben 17 anni, fallì nel diventare caporedattrice e decise di reinventarsi.

Il mondo è pieno di storie di donne che hanno avuto successo nonostante il fallimento, e molte che hanno avuto successo persino grazie al fallimento.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE

 

Sembra un paradosso no?

Eppure, molte biografie di successo indicano che toccare il fondo, sbagliare, affrontare sfide importanti non è un “incidente” nel percorso ma la ragione del percorso stesso: ciò che tira fuori dalle persone ciò che sono “destinate” a fare.

A sostenere questa teoria c’è una donna che sa di cosa sta parlando, J.K. Rowling, la creatrice di Harry Potter.

 

FALLIRE FA BENE. E SE LO DICE J.K. ROWLING…

Penso che la storia di J.K Rowling possa essere davvero una fonte di ispirazione incredibile per chiunque – per le donne in particolare.

Rowling ha creato la saga di Harry Potter e come potrete immaginare non se la passa male dal punto di vista economico – è una delle donne più ricche del mondo, oltre ad essere un essere umano straordinario.

Non tutti sanno che Harry Potter fu rifiutato da 12 case editrici prima di essere pubblicato, e questo penso dovrebbe essere sufficiente a convincerti che il fallimento è una tappa obbligata e non un giudizio sul valore di chi fallisce.

Tuttavia, c’è molto di più nella storia di Rowling del rifiuto “professionale”.

A 28 anni, Rowling era una madre single, che usciva da un matrimonio violento, e viveva di sussidi statali in Scozia. Soffriva di depressione, pensava al suicidio, aveva perso il lavoro ed era sotto la soglia di povertà.

Altro che fallimento!

In compenso, tutti i giorni scriveva un pezzetto di Harry Potter in un cafè di Edinburgo.

Come è arrivata da una parte all’altra di un tunnel del genere?

Nel 2008 Rowling ha tenuto un discorso ad Harvard sull’importanza del fallimento, e rivolgendosi agli studenti, non ha citato i numerosi rifiuti ricevuti dalla sua opera. Ha parlato del momento in cui la sua vita è stata sull’orlo dell’abisso, come un momento di necessaria trasformazione personale. Ti riporto le sue parole:

Il fallimento mi ha conferito una sicurezza interiore che non avevo mai provato (…) Mi ha insegnato cose su me stessa che non avrei potuto imparare in nessun altro modo. Ho scoperto di possedere una grande forza di volontà e molta più disciplina di quanto sapessi di avere. (..)

La consapevolezza di essere riemersa dalle avversità più forte e più saggio di prima significa che, da quel momento in poi, sarai fiducioso nelle tue capacità di sopravvivere.

Non conoscerai mai te stesso fino in fondo, o la forza dei tuoi rapporti personali, finché non verrai messo seriamente alla prova dalle avversità. Questa conoscenza è un vero dono, guadagnato con tanto dolore, ma che vale molto di più qualunque qualifica che io abbia mai conseguito.’”

Eccolo quindi, il beneficio del fallimento: ti aiuta a rivelare la tua vera forza!

Fallire non è solo un ostacolo, è  necessario.

È necessario imparare l’arte di essere imperfette per avere successo!

Quindi, asciugati quella lacrimuccia che Rowling ti ha fatto uscire con il suo discorso, e riportiamo la sua lezione di vita nell’ambito business.

Se fallire non solo è inevitabile, ma addirittura fa bene, come puoi trovare un modo di sperimentare per tentativi ed errori nel tuo business che non ti faccia troppo male e ti metta nella posizione di imparare, e di scoprire punti di forza (e debolezza) del tuo progetto?

La risposta si chiama prototipo!

 

FALLIRE CON CRITERIO: IL PROTOTIPO DI BUSINESS

Il modo migliore per esplorare le tue potenzialità, sperimentarti e concederti di fallire senza accusare troppo il fallimento, è costruire un prototipo della tua idea di business.

Cosa è un prototipo?

Molti lo chiamano “test di mercato”: a me non piace questa espressione.

Comunque, in sostanza si tratta di una prova, un procedere per tentativi ed errori per capire se la tua idea ha una sua potenziale audience.

Quando fai il prototipo del tuo business, il mio suggerimento è di avere sempre le spalle coperte economicamente, cioè, non pensare di dover vivere con la tua idea immediatamente.

Mantieni una tranquillità economica che ti permette di non avere fretta.

Questo ti permette  di “fallire in sicurezza” e da questo puoi imparare e migliorare in tranquillità, invece di temere per la tua sopravvivenza!

Voler guadagnare con la tua idea è un obiettivo fantastico, ma pretendere di riuscirci subito può essere anche fonte di una pressione controproducente che non ti consente di capire quali sono i passi giusti da fare.

Magari la tua idea ha già tantissimi potenziali clienti, magari hai delle cose da modificare.

Magari quando lanci il tuo “propotipo” o format scopri che ci sono delle cose che è meglio modificare perché non hai un buon feedback, e così ti viene un’altra idea geniale alla quale prima non avevi pensato.

Buttarti con un prototipo prima di avere l’idea perfetta o la sua perfetta esecuzione, ti permette di capire di che cosa le persone hanno bisogno e come puoi aiutare.

E questo atto di fiducia verso l’imperfezione ti consente, alla fine, di migliorare il tuo prodotto o servizio e  paradossalmente avvicinarti di più al traguardo!

Quindi non avere paura di fallire.

Piuttosto, costruisci rinunciando alla perfezione, come dice Fabi.

Ovvero, Fallisci con criterio!

CHI SONO


Ciao, sono Alessia!
Il mio lavoro è aiutarti a costruire
un percorso professionale di successo, ritagliato sui tuoi talenti e che rispecchi la tua essenza più profonda.

VUOI DIVENTARE UNA WOMANBOSS© ?

Sviluppo imprenditoriale e
crescita personale. Intelligenza finanziaria e leadership al femminile. Brand definition, marketing, posizionamento e business plan.

L’Edizione 2018 della Womanboss Academy© si è già chiusa. La prossima edizione partirà a Settembre 2019

VUOI COLLABORARE CON ME?

Sei un’azienda e vuoi collaborare con me ma prima desideri avere maggiori informazioni?.

SCOPRI IL MIO MANIFESTO

DIVENTA WOMANBOSS© AMBASSADOR

Leggi qui tutte le informazioni per diventare promotrice del progetto

EVENTI

Scopri quale opzione del Club Womanboss fa al caso tuo. 
Scarica la brochure

Grazie! La tua brochure arriverà via mail. Ci può volere fino a 24 ore prima che arrivi, quindi non preoccuparti, se non trovi la mail in posta in arrivo controlla nelle cartelle spam o promozioni.Ps. Se passa troppo tempo scrivi a: supporto@alessiadepiro.it

L’Edizione 2018 della Womanboss Academy© si è già chiusa. La prossima edizione partirà a Settembre 2019. Iscriviti per sapere quando partirà la prossima edizione. Riceverai uno sconto del 10%.

Grazie! A breve arriverà una mail che ti conferma l’accesso alla priority list per la prossima edizione della Womanboss Academy. Ci può volere fino a 24 ore prima che arrivi, quindi non preoccuparti, se non trovi la mail in posta in arrivo controlla nelle cartelle spam o promozioni. Ps. Se passa troppo tempo scrivi a: supporto@alessiadepiro.it Un abbraccio, Alessia

Hey, piacere Alessia

Benvenuta sul mio sito web!
Vuoi dedicarti alla tua crescita come donna e come imprenditrice?
Ho creato il Club Womanboss© dove lavori con me ed entri a far parte di un network di donne in proprio.

Partecipando migliorerai la gestione del tempo e l’equilibrio emotivo-economico.

Ti basterà inserire il tuo nome e la tua email qui sotto e otterrai subito l'invito.

Il profilo Womanboss© Junior è gratuito

Eccoci qua, ti confermo che ti sei iscritta al Club Womanboss© Junior. Ogni lunedì riceverai nella tua casella mail, per un anno intero, i contenuti del corso Womanboss 101. Se invece senti che vuoi cambiare qualcosa nella tua vita professionale, ma la direzione non ti è ancora chiara, esplora il sito per trovare l'esperienza migliore per te.