Come raggiungere i tuoi obiettivi con le Visual Maps

Lug 28, 2017 | Crescita personale

Qualche settimana fa, ti ho raccontato qui che il cambiamento non è poi così imprevedibile come sembra: secondo Martha Beck ha 4 fasi, e ti ho anche raccontato di come me la cavo a navigarle e come ho imparato a navigarle sempre meglio a furia di sbatterci la testa!

Come ti avevo raccontato, avevo dei bei problemini con il 4° “quadrante”; quello che Martha chiama “la terra promessa” e rappresenta il nuovo equilibrio che si raggiunge dopo un cambiamento impegnativo.

Uno dei miei difetti più grandi è sempre stato proprio quello di non sapermi abbandonare in questo nuovo equilibrio, ma di avere invece sempre bisogno di ricominciare tutto daccapo, di “innamorarmi” di progetti nuovi e scintillanti e non mettere veramente a frutto i risultati raggiunti.

Questo è un bel problema quando si tratta di business, soprattutto del proprio perché se non aspetti abbastanza raccogli sempre i frutti troppo piccoli.

Infatti, contrariamente ai luoghi comuni che senti sul fatto che essere imprenditrice significhi amare il rischio ed essere intraprendenti (tutto vero), nella creazione del business è fondamentale anche solidificare e rifinire i risultati raggiunti.

Non ha molto senso costruire una casa, fare per bene tutte le fondamenta, i lavori, la struttura, per poi buttarla giù e farne un’altra prima di avere avuto modo di arredarla, viverla, coltivare l’orto no??

Ecco ero un po’ così, una costruttrice compulsiva, sempre pronta a far nascere il nuovo.

Ma perché ti sto raccontando tutto questo?

Perché voglio farti capire che tutte abbiamo dei difetti e delle cose che nel nostro percorso in proprio ci verranno più “facili” e cose che per noi saranno difficili da imparare.

A me, personalmente, questa “fretta” o bisogno di andare oltre verso nuove avventure, che da una parte ovviamente è molto utile, dall’altra in passato mi ha penalizzato parecchio quando ero più giovincella, soprattutto dal punto di vista economico, proprio perché non mi fermavo a raccogliere i frutti del mio lavoro.

Fortunatamente sono molto migliorata, ad esempio ora  questa mia energia della crescita la canalizzo supportando i progetti delle donne che seguo nella Womanboss Academy (così ho trasformato un difetto in un pregio, non solo per tenermi buona e concentrata ma anche affinché le mie coachee possano raccogliere tutta la mia energia).

Per fortuna ora  sono perfettamente in grado di gestire il tutto senza che il “richiamo” di una nuova avventura mi impedisca di prendermi cura di quella che già mi sta dando tante soddisfazioni nel presente!

COME HO FATTO AD ARRIVARE A QUESTO PUNTO?

Sicuramente mi ha aiutato tanto la natura, e mi hanno aiutato molto i promemoria di mio marito Simone e la meditazione del tè!

Ma voglio condividere con te un altro strumento che mi è stato utilissimo per la mia crescita personale e imprenditoriale.

Sono una fan appassionata delle visual maps e utilizzarle per pianificare gli obiettivi annuali ha davvero fatto la differenza! (anche se in realtà le uso per tutto, anche per ricordarmi cosa devo comprare al supermercato).

TI POTREBBERO INTERESSARE

Ho come il presentimento che se aprissero il mio cervello dentro ci troverebbero una visual map…

COME COSTRUISCO LA VISUAL MAP DEI MIEI OBIETTIVI DELL’ANNO

Sono sempre stata una persona molto “visiva”: penso per immagini, mi piacciono i libri illustrati, ho una memoria fotografica, etc.

Quindi a un certo punto mi è venuto spontaneo iniziare a  pianificare anche i miei obiettivi di crescita in modo visivo!

In particolare, sono stata influenzata dalla “Desire Map” di Danielle LaPorte.

Ma i modi di realizzare una visual map dei tuoi obiettivi sono praticamente infiniti e l’unico limite è la tua immaginazione!

Quindi, di cosa si tratta esattamente?

Traducendo dall’inglese il concetto, si tratta di pure e semplici mappe concettuali applicate alla tua crescita personale!

Sì, mappe concettuali, proprio quelle che facevi a scuola dopo il riassunto di storia per ricordarti i punti salienti del capitolo!…

La differenza ovviamente è che in questo caso le uso per programmare il futuro e non per fare i riassunti (anche se quando devi “riassumere” un particolare evento o momento confuso della tua vita, per guardarlo con più distacco, sono semplicemente perfette).

Negli ultimi anni, la mia visual map ha funzionato così: a dicembre faccio una visual map in cui visualizzo quello che desidero per il mio anno successivo.

Attenzione però, non mi limito a fare una lista di ciò che devo fare o a buttare giù obiettivi concreti.

Parto innanzi tutto da quali sono “i pezzi” di crescita interiore che voglio raggiungere per me stessa, cioè a ogni obiettivo “esterno”, o professionale, ne corrisponde uno “interno”, cioè a un accrescimento umano, un pezzetto di consapevolezza nuova da conquistare.

Infatti non a caso ho creato un metodo olistico per la creazione del tuo business, perché questo è il metodo che utilizzo su di me per la mia vita!!

Dopo aver trovato gli obiettivi, nella mappa scrivo le azioni o le esperienze che penso possano aiutarmi a raggiungere questi obiettivi.

Infine, stabilisco il mio “tema” dell’anno, quella parola frase o argomento che farà da sottofondo alla nuova evoluzione.

Mi piaceva l’idea di condividere con te come disegno la mia vita, perché magari ti può essere utile.

O ti può servire per trovare il tuo modo unico.

Io raggiungo sempre dei risultati incredibili con questo metodo, ma quest’anno sono particolarmente felice perché nonostante siamo ancora a luglio, ho sbloccato delle cose davvero importanti grazie a questo metodo e quindi la mia mappa si è rivelata potentissima!

COME HO USATO LA VISUAL MAP PER QUESTO 2017?

L’obiettivo di questo mio 2017 era imparare a dire si, che per me significava aprirmi a ciò che non è perfetto, e alla condivisione.

Un libro bellissimo che ti consiglio di leggere se vuoi scoprire se fa per te c’è un Ted Talk  e puoi scoprire l’autrice e l’argomento,  per me è stata ispirante, ti lascio il link clicca qui 

MA ORA TI RACCONTO COME HO INTENZIONATO IL MIO ANNO DEL SI’!

Imparare a dire sì significava crescere sul  lavoro raggiungere nuovi obiettivi, ma tutto questo doveva partire dall’interno .

Per espandere un po’ il concetto: la parte “interna” della mia crescita era proprio legata al mio difetto “storico” che ti ho raccontato legato all’irrequietezza di non saper stare nella Terra Promessa ( ti consiglio di leggere l’articolo perchè se capisci il tuo difetto di oggi puoi lavorarci e migliorare il tuo potere personale clicca qui).

Avevo una necessità di dire si alle cose che crescono piano, un po’ alla volta, lentamente e partono dal basso.

Oltre a quello avevo anche una necessità di conoscere altre persone con cui condividere il percorso che sto facendo e aprirmi in questa condivisione.

Innanzi tutto, come prima cosa, sono felice di poter dire che ho “domato il mio spazio di creatività”.

Ad esempio da poco ho iniziato a progettare Donne che lasciano il segno, ( se vuoi sbirciare cosa sto combinando lo trovi sul mio account  Instagram): la spinta irrazionale verso questo progetto era fortissima, ma sono comunque riuscita a canalizzarlo in uno “spazio contenuto” di esplorazione quotidiana, la mattina appena sveglia, la progettazione dura un’ora!

Questo mi ha permesso di accettare una nuova ispirazione, crescere esplorare il nuovo e godere della magia degli inizi, però non ho dovuto rinunciare a raccogliere i frutti della Womanboss Academy.

Insomma sembra proprio che sto disciplinando la costruttrice compulsiva che è in me! Yeee!

Il si mi ha anche dato la possibilità di costruire nuove relazioni lavorative, nate proprio dal fatto di essermi lasciata andare al flusso delle cose.

Un punto di svolta è stato certamente l’articolo su Donna Moderna, che mi ha dato la possibilità di conoscere la mia nuova fantastica addetta ufficio stampa.

Ma non solo, la necessità di confronto e di apertura mi ha portato a trovare una “buddy”, ovvero una compagna di viaggio con il quale raccontarci i fallimenti e i successi della settimana.

E così ho conosciuto Diana Tedoldi, una volta a settimana ci raccontiamo e ci facciamo da specchio nelle nostre rispettive avventure imprenditoriali.

Diana è una coach ed è esperta nel riuscire a farti riconnettere con la tua “intelligenza primitiva”, ti consiglio di approfondire il suo lavoro perché ha mescolato i suoi numerosi interessi e saperi in un modo davvero raro e prezioso!

A me ha aiutato infinitamente e imparo tantissimo da lei in questo scambio!

Tutto questo è nato e cresciuto proprio dal concetto del “si”, che ho visualizzato e disegnato nella mia visual map del 2017.

La cosa bella delle visual maps, è che non solo ti aiutano a focalizzare e realizzare i tuoi obiettivi facendo chiarezza, ma ti aiutano anche a controllare se sei sulla strada giusta durante il percorso, quando magari l’inerzia delle tue cattive abitudini o difetti può prendere il sopravvento.

In questo senso, la visual map, oltre a uno strumento di pianificazione è una vera e propria ancora!

Spero di averti convinto che fare una mappa concettuale dei tuoi progetti futuri, imparare a visualizzare i tuoi obiettivi e disegnare la tua vita graficamente, può essere la vera svolta per la realizzazione dei tuoi. 

CHI SONO


Ciao, sono Alessia!
Il mio lavoro è aiutarti a costruire
un percorso professionale di successo, ritagliato sui tuoi talenti e che rispecchi la tua essenza più profonda.

VUOI DIVENTARE UNA WOMANBOSS© ?

Sviluppo imprenditoriale e
crescita personale. Intelligenza finanziaria e leadership al femminile. Brand definition, marketing, posizionamento e business plan.

L’Edizione 2018 della Womanboss Academy© si è già chiusa. La prossima edizione partirà a Settembre 2019

VUOI COLLABORARE CON ME?

Sei un’azienda e vuoi collaborare con me ma prima desideri avere maggiori informazioni?.

SCOPRI IL MIO MANIFESTO

DIVENTA AMBASSADOR WOMANBOSS©

Scrivimi e ricevi tutte le informazioni per diventare promotrice del progetto

EVENTI

Scopri quale opzione del Club Womanboss fa al caso tuo. 
Scarica la brochure

Grazie! La tua brochure arriverà via mail. Ci può volere fino a 24 ore prima che arrivi, quindi non preoccuparti, se non trovi la mail in posta in arrivo controlla nelle cartelle spam o promozioni.Ps. Se passa troppo tempo scrivi a: supporto@alessiadepiro.it

L’Edizione 2018 della Womanboss Academy© si è già chiusa. La prossima edizione partirà a Settembre 2019. Iscriviti per sapere quando partirà la prossima edizione. Riceverai uno sconto del 10%.

Grazie! A breve arriverà una mail che ti conferma l’accesso alla priority list per la prossima edizione della Womanboss Academy. Ci può volere fino a 24 ore prima che arrivi, quindi non preoccuparti, se non trovi la mail in posta in arrivo controlla nelle cartelle spam o promozioni. Ps. Se passa troppo tempo scrivi a: supporto@alessiadepiro.it Un abbraccio, Alessia

Hey, piacere Alessia

Benvenuta sul mio sito web!
Vuoi dedicarti alla tua crescita come donna e come imprenditrice?
Ho creato il Club Womanboss© dove lavori con me ed entri a far parte di un network di donne in proprio.

Partecipando migliorerai la gestione del tempo e l’equilibrio emotivo-economico.

Ti basterà inserire il tuo nome e la tua email qui sotto e otterrai subito l'invito.

Il profilo Womanboss© Junior è gratuito

Eccoci qua, ti confermo che ti sei iscritta al Club Womanboss© Junior. Ogni lunedì riceverai nella tua casella mail, per un anno intero, i contenuti del corso Womanboss 101. Se invece senti che vuoi cambiare qualcosa nella tua vita professionale, ma la direzione non ti è ancora chiara, esplora il sito per trovare l'esperienza migliore per te.